Cabaret

 

Le fortune di questo musical iniziano nel 1966. John Kander (musica) e Fred Ebb (testi) lo scrivono traendo ispirazione sia da canzoni che da racconti preesistenti, in particolare la raccolta di novelle Goodbye to Berlin di Christopher Isherwood. Il film del 1972 con Liza Minnelli lo consacra definitivamente a quel successo internazionale che ancora dura adesso. L’atmosfera un po’ cupa ed ambigua non lo rende particolarmente adatto al clima del villaggio turistico; alcuni numeri però vengono subito introdotti in moltissimi spettacoli dell’animazione. In particolare Main Herr , di taglio sexy, e Money Money, di taglio comico. Curiosamente l’influenza maggiore che Cabaret ha esercitato sui villaggi turistici è stata attraverso la grafica e l’immagine di Liza: il logo, la silhouette in guepiere, la sedia, sono stati presenti in centinaia di scenografie e spettacoli dell’animazione.

Trama

L’azione si svolge tra il 1929 e il 1930 a Berlino dove in un locale, il Kit Kat Club si esibisce la disinvolta ballerina inglese Sally. Nel locale giunge Cliff, uno scrittore americano in cerca di ispirazione. Il giovane alloggia alla pensione di Fraulein Schneider cui fa la corte Herr Schultz, bottegaio ebreo. Tra i due giovani nasce l’amore e vanno a vivere insieme sostenuti anche dai lavori poco puliti procurati da Ernst. L’affittacamere decide di sposare il commerciante ebreo, ma alla festa per il fidanzamento si scopre che Ernst è un’attivista del partito nazista e che critica aspramente l’unione. F.Schneider si spaventa e annulla le nozze. Sally scopre di essere incinta e, dapprima, si entusiasma all’idea di andare a vivere in America col suo fidanzato; poi al pensiero di lasciare il locale ha un ripensamento e abortisce. Cliff se ne andrà da solo. Sullo sfondo montano i marosi della marea nazista.

Protagonisti principali

Sally Bowles – ballerina inglese stella del Kit Kat Club
Clifford Bradshaw – giovane scrittore americano che diviene amante di Sally
Emcee – il maestro di cerimonie del trasgressivo Kit Kat Club
Ernst Ludwig – giovane tedesco che procura a Cliff lavori di contrabbando, ma è anche attivista del partito nazista
Fräulein Schneider – la non più giovane proprietaria della pensione dove alloggia Cliff
Max – proprietario del Kit Kat Club
Herr Schultz – fruttivendolo ebreo che regala a Fräulein Schneider un’ananas chiedendola in sposa
Frau Kost – zitella vicina di casa della Schneider

Link sponsorizzati

Link sponsorizzati

Lista dei brani musicali

  1. WillkommenS
  2. So What?
  3. Don’t Tell Mama
  4. Telephone Song
  5. Perfectly Marvelous
  6. Two Ladies
  7. It Couldn’t Please Me More
  8. Tomorrow Belongs to Me
  9. Why Should I Wake Up?
  10. The Money Song
  11. Married
  12. Meeskite
  13. Tomorrow Belongs to Me (Reprise)
  14. If You Could See Her
  15. Married (Reprise)
  16. If You Could See Her (Reprise)
  17. I Don’t Care Much (cut from most productions) What Would You Do?
  18. Cabaret
  19. Finale

Curiosità

Nel 1966 ha vinto otto Tony Awards.
Altri otto Tony Awards vinti nel 1998 nella categoria revival.
Il film contiene sei brani musicali in meno rispetto al musical.

Video